home0

CONDIZIONE INDEROGABILE PER PARTECIPARE E’COMUNICARE LA PROPRIA ADESIONE ENTRO GIOVEDI’ SERA PER VIA WATSAPP, SMS O TELEFONICA. E’ PRECLUSA PER IL MOMENTO LA POSSIBILITA’ DI FAR PARTECIPARE OSPITI NON TESSERATI FIE. CON IL SEGUENTE LINK E’POSSIBILE SCARICARE E STAMPARE IL MODULO DI AUTOCERTIFICAZIONE:

http://www.fieitalia.com/fie/wp-content/uploads/MODULO-DI-AUTODICHIARAZIONE-COVID-19.pdf

Per domenica 27 settembre il Gruppo Su Golostiu propone un percorso facile, conosciuto dai più, adatto per la prima applicazione delle Linee Guida FIE per la ripresa delle attività sociali:

da CAPOCOMINO verso BERCHIDA

Programma della giornata:

  • ore 08,00: raduno a Bitti, in piazza Asproni;
  • ore 08,15: raduno al Sologo presso rifornitore Q8
  • ore 09,00: raduno nel piazzale presso il faro di Capocomino.

In auto: gli spostamenti in auto per raggiungere il punto di raduno non ricadono nella responsabilità degli organizzatori della escursione ma sono soggetti alle norme previste dai DPCM e variano secondo che si tratti di soli conviventi o di non-conviventi

Nel punto di raduno: al tempo della pandemia baciarsi, abbracciarsi, stringersi la mano non è segno di affetto e stima ma di incoscienza e irresponsabilità; è sufficiente una toccatina di gomito per manifestare tutto il bene di questo mondo, o meglio ancora un semplice sguardo d’intesa e un gesto di saluto con la mano.  Tutti devono essere dotati di mascherina, anche di ricambio, e di liquido disinfettante da portare nello zaino.    Prima della partenza saranno illustrate le modalità di svolgimento della escursione; se necessario si formeranno più gruppi.  Condizione inderogabile per la partecipazione è la consegna nelle mani del capogruppo della autocertificazione datata nello stesso giorno della escursione.

A piedi: durante la marcia e durante le soste si devono mantenere le distanze di sicurezza (2 metri) e tenere la mascherina a portata di mano da indossare qualora si debbano ridurre le distanze per un qualsiasi motivo.  GRADO DI DIFFICOLTA’: T

Nel caso di previsioni meteo avverse l’escursione verrà sospesa.

++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

http://www.fieitalia.com/fie/

FEDERAZIONE ITALIANA ESCURSIONISMO

INDICAZIONI PER LA RIPRESA DELLE ATTIVITA’ SOCIALI
Indicazioni operative per i Tesserati
La Federazione Italiana Escursionismo, nell’intento di salvaguardare la salute dei Tesserati partecipanti alle attività delle proprie Associazioni, nel rispetto delle norme vigenti che tutt’ora vietano ogni tipo di assembramento, in forza dell’Art. 1 punto n. 8 del Decreto-legge
16 maggio 2020 n. 33, propone alle Associazioni affiliate le seguenti indicazioni prudenziali per la ripresa dell‘attività sociale. Le singole Associazioni dovranno comunque tenere ben
presenti le ordinanze e le normative pubblicate da tutti gli Organi Statali, Regionali e dagli Enti Locali competenti per territorio.

PRIMA DELL’ESCURSIONE O DELL’ATTIVITA’ SOCIALE

  1. Il Tesserato che intende partecipare all’attività sociale deve informarsi presso la propria Associazione (sui siti o sulle pagine social della stessa) in merito alle modalità della ripresa di tale attività in questo periodo, e della dotazione di Dispositivi di Protezione
    Individuale (mascherine – preferibilmente riutilizzabili – guanti monouso – in lattice, nitrile o altro – soluzione/gel igienizzante, di seguito chiamati DPI) necessari
  2. Provvedere in proprio, secondo le normative in vigore, a recarsi sul luogo della partenza dell’attività sociale salvo diversa organizzazione da parte dell’Associazione di appartenenza ISCRIZIONE e PARTECIPAZIONE ALL’ATTIVITA’ SOCIALE
  3. L’iscrizione/prenotazione all’escursione o all’attività sociale è obbligatoria ed è preferibile che sia effettuata in modalità telefonica o via mail (o mediante altri strumenti utilizzati dall’Associazione). Tale passaggio è assolutamente necessario per poter permettere agli organizzatori una migliore preparazione e anche per predisporre i
    necessari accorgimenti di sicurezza, in considerazione del numero di Accompagnatori o volontari esperti a disposizione del Presidente di Associazione
  4. L’iscrizione/prenotazione deve essere confermata dagli organizzatori, che comunicheranno al tesserato/partecipante tutte le informazioni necessarie alla partecipazione all’attività sociale, inclusi i dispositivi necessari (DPI) per la partecipazione e invieranno al tesserato/partecipante il modulo di autocertificazione
    che dovrà compilare e restituire firmato prima dell’attività sociale
  5. Non è possibile partecipare ad alcuna attività sociale (escursioni o attività di altro tipo) se si lamentano sintomi di infezioni alle vie respiratorie (tosse, raffreddore, ecc.) o se si ha una temperatura corporea (febbre) superiore a 37,5 gradi
  6. Non è possibile partecipare ad alcuna attività sociale (escursioni o attività di altro tipo) se si hanno avuto contatti, nei 15 giorni precedenti, con soggetti positivi al Coronavirus Covid19
  7. Ogni partecipante dovrà avere con sé mascherine in numero sufficiente per far fronte ad eventuali necessari ricambi durante tutta l’attività, guanti monouso (in lattice, nitrile o altro), soluzione/gel disinfettante a base alcoolica (secondo prescrizioni ISS) (di
    seguito chiamati DPI), sacchetto personale per il corretto smaltimento di tutto il materiale usato.
  8. Ogni partecipante dovrà essere autonomo per quanto riguarda cibo, acqua e DPI. Si rammenta il divieto di scambiarsi borracce, bicchieri, materiali vari al fine di contenere l’eventuale contagio da Covid 19
    DURANTE L’ATTIVITA’ SOCIALE
  9. Durante lo svolgimento dell’escursione o dell’attività sociale si deve mantenere una distanza interpersonale di almeno di mt. 2; in tutte le situazioni che non permettano il mantenimento di questa distanza si dovrà indossare immediatamente la mascherina,
    che deve essere sempre tenuta prontamente disponibile
  10. Nelle soste e/o nei momenti di ristoro tutti i partecipanti devono mantenere il necessario distanziamento interpersonale (con l’eccezione dei nuclei famigliari o conviventi). Durante questi momenti è assolutamente escluso lo scambio di qualsiasi attrezzatura
    o genere di conforto tra i partecipanti
  11. Durante l’attività il Tesserato dovrà seguire tutte le indicazioni che verranno impartite dagli Accompagnatori o volontari esperti, pena l’esclusione dell’attività, e dovrà igienizzare frequentemente le mani con apposita soluzione/gel, soprattutto dopo essere stati in un luogo pubblico (mezzi pubblici di trasporto, rifugi, impianti funiviari ecc.)
  12. In caso di insorgenza di sintomi di infezione alle vie respiratore (tosse e/o raffreddore) durante l’escursione o l’attività sociale la persona deve comunicare immediatamente ad un accompagnatore tali sintomi.
    TERMINE DELL’ATTIVITA’ SOCIALE
  13. Una volta ritornati al punto di partenza ogni partecipante dovrà raccogliere tutti i DPI utilizzati e riporli nell’apposito sacchetto personale per il corretto smaltimento
  14. Sono da evitare, in questo momento di rilassamento, comportamenti che possano favorire l’eventuale trasmissione del virus, come momenti conviviali, brindisi o foto di gruppo e abbracci
  15. Dopo aver riposto l’attrezzatura e prima di salire in auto igienizzarsi le mani con soluzione o gel a base alcoolica
    PRECAUZIONI POST ATTIVITA’ SOCIALE
  16. Tutti i partecipanti sono tenuti a informare tempestivamente l’Associazione organizzatrice qualora nei giorni a venire (14 giorni) si manifestino sintomi riconducibili al contagio (febbre, tosse, raffreddore, sintomi influenzali, difficoltà respiratorie ecc.) in
    modo da poter avvisare, sempre nel rispetto della privacy di tutti, gli altri partecipanti all’attività sociale

+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

INDICAZIONI PER LA RIPRESA DELLE ATTIVITA’ SOCIALI
Indicazioni operative per la Associazioni
La Federazione Italiana Escursionismo, nell’intento di salvaguardare la salute dei Tesserati partecipanti alle attività delle proprie Associazioni, nel rispetto delle norme vigenti che tutt’ora vietano ogni tipo di assembramento, in forza dell’Art. 1 punto n. 8 del Decreto-legge
16 maggio 2020 n. 33, propone alle Associazioni affiliate le seguenti indicazioni prudenziali per la ripresa dell‘attività sociale. Le singole Associazioni dovranno comunque tenere ben presenti le ordinanze e le normative pubblicate da tutti gli Organi Statali, Regionali e dagli
Enti Locali competenti per territorio.
ORGANIZZAZIONE DELL’ESCURSIONE O DELL’ATTIVITA’ SOCIALE

  1. La programmazione di escursioni e attività sociali dovrà tenere conto del particolare periodo di emergenza legato al contagio da Covid19; si consiglia, quindi, di privilegiare “attività di prossimità” limitando al minimo, per quanto possibile, gli spostamenti sul territorio
  2. L’Associazione deve predisporre una comunicazione, da consegnare a tutti i propri tesserati o ai partecipanti delle attività, indicante le regole di comportamento da tenere in escursione o durante l’attività sociale e deve essere diffusa, ove possibile, sui social o tramite altro strumento di comunicazione adoperato dall’Associazione
  3. Deve essere chiaramente indicato, nell’avviso di organizzazione dell’attività, quali sono i Dispositivi di Protezione Individuale (mascherine – preferibilmente riutilizzabili – guanti monouso – in lattice, nitrile o altro – soluzione/gel igienizzante, di seguito chiamati DPI) che ogni singolo partecipante dovrà avere con sé, oltre alle relative modalità di utilizzo
  4. L’escursione scelta o l’attività sociale non deve presentare criticità di alcun genere, sia in termini di sicurezza che in termini di prevenzione del rischio di contagio da Covid19 come meglio precisato nei punti seguenti
  5. Nel caso di escursioni in ambiente naturale il percorso deve essere agevole e percorribile da tutti i partecipanti senza che si verifichi la necessità di contatto fisico tra gli stessi; si consigliano sentieri con difficoltà tecnica T ed E, evitando itinerari che prevedano passaggi che necessitino aiuto da parte di terze persone
  6. Il numero di partecipanti deve essere commisurato al numero di Accompagnatori o di volontari esperti disponibili, ai quali sono ben presenti gli obblighi per la tutela al contagio Covid 19, prevedendo un massimo di 5 partecipanti per ogni Accompagnatore o volontario esperto, con un massimo di 20 partecipanti compresi gli Accompagnatori o volontari esperti. In ogni caso l’Associazione deve garantire la presenza di almeno 1 Accompagnatore o volontario esperto in più di quanto indicato sopra
  7. E’ preferibile programmare il punto d’incontro sul luogo di partenza o di effettuazione dell’escursione o dell’attività sociale; il trasporto in auto deve essere effettuato rispettando le disposizioni tempo per tempo vigenti, sconsigliando il “car sharing”, precisando che lo stesso è ammesso in presenza di nuclei famigliari o persone conviventi. Per i trasporti effettuati con autopullman ci si dovrà attenere alle disposizioni del noleggiatore È opportuno che i luoghi individuati per la partenza dell’escursione e dell’attività sociale siano ampi e spaziosi in modo da evitare qualsiasi tipo di assembramento
  8. Gli organizzatori sono tenuti a verificare, prima dell’effettuazione dell’attività, che le normative degli Organi Statali, Regionali e degli Enti Locali competenti per territorio, tempo per tempo vigenti, consentano lo svolgimento di tale iniziativa, verificando anche
    le eventuali disposizioni adottate dalle Aree Protette e/o Parchi territorialmente interessati dall’attività programmata.
  9. Gli organizzatori sono tenuti a verificare, prima dell’effettuazione dell’attività, lo stato dei percorsi o dei luoghi scelti per l’escursione o l’attività sociale, in quanto, in questo periodo, potrebbero essere stati sospesi e/o non ancora ripristinati i servizi di manutenzione ordinaria
    ISCRIZIONE e PARTECIPAZIONE ALL’ATTIVITA’ SOCIALE
  10. L’iscrizione/prenotazione all’escursione o all’attività sociale è obbligatoria ed è preferibile che sia effettuata in modalità telefonica o via mail (o mediante altri strumenti utilizzati dall’Associazione). Tale passaggio è assolutamente necessario per poter permettere agli organizzatori una migliore preparazione e anche per predisporre i
    necessari accorgimenti di sicurezza, in considerazione del numero di Accompagnatori o volontari esperti a disposizione del Presidente di Associazione
  11. L’iscrizione/prenotazione deve essere confermata dagli organizzatori, che devono fornire al tesserato/partecipante tutte le informazioni necessarie alla partecipazione all’attività sociale, devono comunicare i dispositivi necessari (DPI) per la partecipazione ed inviare al tesserato il modulo di autocertificazione che dovrà compilare e restituire
    firmato prima dell’attività sociale
  12. Non è possibile partecipare ad alcuna attività sociale (escursioni o attività di altro tipo) se si lamentano sintomi di infezioni alle vie respiratorie (tosse, raffreddore, ecc.) o se si ha una temperatura corporea (febbre) superiore a 37,5 gradi
  13. Non è possibile partecipare ad alcuna attività sociale (escursioni o attività di altro tipo) se si hanno avuto contatti, nei 15 giorni precedenti, con soggetti positivi al Coronavirus Covid19
  14. Ogni partecipante dovrà avere con sé mascherine in numero sufficiente per far fronte ad eventuali necessari ricambi durante tutta l’attività, guanti monouso (in lattice, nitrile o altro), soluzione/gel disinfettante a base alcoolica (secondo prescrizioni ISS), sacchetto personale per il corretto smaltimento di tutto il materiale usato
    PARTENZA DELL’ATTIVITA’ SOCIALE
  15. Alla partenza dell’escursione o dell’attività sociale gli Accompagnatori o volontari esperti, con il necessario distanziamento interpersonale e con l’utilizzo da parte di tutti i presenti delle mascherine, verificano le presenze effettive con appello nominale e ritirano le eventuali autocertificazioni mancanti dei partecipanti, verificano che
    l’equipaggiamento dei partecipanti sia conforme all’attività da svolgere e verificano, altresì, che tutti i partecipanti abbiano tutti i DPI necessari. La mancanza dei DPI necessari comporta l’esclusione dall’escursione o dall’attività sociale. L’elenco dei partecipanti e le autocertificazioni dovranno essere conservate a cura dell’Associazione proponente l’attività, rispettando le normative sulla privacy
  16. Si consiglia agli organizzatori di predisporre un congruo numero di DPI da consegnare agli Accompagnatori o ai volontari esperti per far fronte ad eventuali emergenze Si ritiene opportuno che vengano predisposte modalità e accorgimenti particolari di accompagnamento per tesserati/partecipanti anziani, persone con disabilità o gruppi
    famigliari con bambini
  17. Prima dell’avvio dell’attività sociale un Accompagnatore o volontario esperto comunica a tutti i partecipanti le disposizioni di svolgimento della stessa rammentando in modo particolare gli obblighi dei DPI
  18. Ogni partecipante dovrà essere autonomo per quanto riguarda cibo, acqua e DPI. Si rammenta il divieto di scambiarsi borracce, bicchieri, materiali vari al fine di contenere l’eventuale contagio da Covid 19
    SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITA’ SOCIALE
  19. Durante lo svolgimento dell’escursione o dell’attività sociale si deve mantenere una distanza interpersonale di almeno 2 metri; in tutte le situazioni che non permettano il mantenimento di questa distanza si dovrà indossare immediatamente la mascherina, che deve essere sempre tenuta prontamente disponibile
  20. Gli Accompagnatori o i volontari esperti si disporranno in modo da poter controllare che tutti i partecipanti osservino le distanze e le prescrizioni indicate. In caso di escursione in ambiente naturale gli Accompagnatori o volontari esperti si collocheranno uno in testa
    e uno in coda al gruppo e gli altri a intervalli costanti tra i partecipanti, possibilmente in contatto radio, per monitorare costantemente la progressione del gruppo che deve essere condotto in modo unito, facendo mantenere, comunque, le prescritte distanze
    interpersonali
  21. Le soste e/o i momenti di ristoro devono essere programmati ed effettuati in spazi ampi che possano garantire il necessario distanziamento interpersonale (con l’eccezione dei
    nuclei famigliari o conviventi). Durante questi momenti è assolutamente escluso lo scambio di qualsiasi attrezzatura o genere di conforto tra i partecipanti
  22. L’attività sociale o l’escursione deve essere sempre condotta in ossequio e con il rispetto di tutte le norme e le disposizioni emanate dalle Autorità Competenti in merito all’attività motoria. La non osservanza di tali norme da parte dei partecipanti deve assolutamente essere rilevata e nei casi più gravi il partecipante deve essere escluso dall’attività sociale, tutto ciò a protezione degli altri partecipanti
    IN CASO DI INSORGENZA DI SINTOMI O DI INCIDENTE
  23. In caso di insorgenza di sintomi di infezione alle vie respiratore (tosse e/o raffreddore) durante l’escursione o l’attività sociale la persona deve essere allontanata dal resto del gruppo, deve indossare immediatamente la mascherina, e deve essere riaccompagnata
    al luogo di partenza da un Accompagnatore o volontario esperto
  24. In caso di incidente, il gruppo deve essere allontanato dall’infortunato con ordine e rapidità, rispettando sempre le prescrizioni e le distanze interpersonali
  25. Gli Accompagnatori che danno prima assistenza all’infortunato devono indossare mascherina e guanti monouso, igienizzando gli stessi con soluzione/gel a base alcoolica prima e dopo l’intervento. È consigliato che gli accompagnatori indossino occhiali di protezione durante l’intervento

    TERMINE DELL’ATTIVITA’ SOCIALE
  26. Una volta ritornati al punto di partenza ogni partecipante dovrà raccogliere tutti i DPI utilizzati e riporli nell’apposito sacchetto personale per il corretto smaltimento
  27. Sono da evitare, in questo momento di rilassamento, comportamenti che possano favorire l’eventuale trasmissione del virus, come momenti conviviali, brindisi o foto di gruppo e abbracci
  28. Dopo aver riposto l’attrezzatura e prima di salire in auto igienizzarsi le mani con soluzione o gel a base alcoolica
    PRECAUZIONI POST ATTIVITA’ SOCIALE
  29. Si consiglia di chiedere ai partecipanti di informare tempestivamente l’Associazione organizzatrice qualora nei giorni a venire (14 giorni) si manifestino sintomi riconducibili al contagio (febbre, tosse, raffreddore, sintomi influenzali, difficoltà respiratorie ecc.) in
    modo da poter avvisare, sempre nel rispetto della privacy di tutti, gli altri partecipanti all’attività sociale

Lascia una risposta