PADRU-SA SERRA: Santuario din Sant’Elia

Escursione n. 11/2022

Per SABATO 28 MAGGIO il Gruppo Su Golostiu propone un percorso naturalistico nel territorio di PADRU-SA SERRA: Santuario di sant’Elia. Guideranno il gruppo gli allievi/tirocinanti golostiani che prenderanno parte alla escursione. Per esigenze organizzative è richiesta l’adesione entro giovedì 26 maggio.

 PADRU-SA SERRA: Santuario di Sant’Elia

Programma della giornata: ore 8.30: raduno a Bitti, in piazza Asproni;

ore 9,30: raduno su SP 95 tra Alà e Torpè un km circa più su di Piras dove ha inizio il sentiero che porta a Sant’Elia

Percorso in auto:

Partendo da Bitti: passando alla periferia di Buddusò e Alà si raggiunge la SP 95, da Alà a Torpè, fino ad un km prima di arrivare a Piras

Partendo da Posada: si percorre per qualche km la SS 125 fino ad imboccare la SP 24 che fiancheggiando il fiume ed il lago Macheronis, passando poi sulla SP 67 e dopo Concas la SP 95 si arriva alla destinazione dell’inizio sentiero per il Santuario, un km dopo Piras

Percorso a piedi:

Si percorre uno sterrato lungo poco più di 5 km all’andata ed altrettanto al ritorno: altitudine minima 160 m e massima 363; dislivello positivo 281 m e negativo 75 m all’andata. Percorso con grado di difficoltà T, turistico (che cosa significa?).

Durata: circa ore 7, soste comprese; rientro previsto: ore 16.30.

 Cosa andiamo a vedere:

Si attraversa un lungo tratto di bosco di lecci e macchia mediterranea, contiguo all’area boscosa di Littos; una lunga salita all’andata ma di facile percorrenza. Si consiglia l’uso di scarponi da trekking in quanto il fondo stradale risulta sconnesso in qualche punto. Sabato 28 ricorre la festa di Sant’Elia. In accordo con i priori, da noi contattati, sarà possibile unirci ai novenanti partecipando al pranzo comunitario.  In onore al Santo potremo contribuire alle spese  conviviali con una quota ciascuno da definire sul posto. 

Sarebbe interessante raccogliere dalla viva voce della gente del posto le storie e leggende fiorite intorno a questo santuario. Si consiglia di portare nello zaino oltre all’acqua una piccola scorta di frutta.

Criticità: Quasi tutta la zona è priva di campo di telefonia mobile.

  Regolamento di partecipazione e protocollo Covid 19:    Gli organizzatori hanno il compito di guidare il gruppo in sicurezza e pertanto hanno titolo per verificare che ogni partecipante abbia idonea attrezzatura ed abbigliamento da trekking, in particolare scarponi adeguati, e le dotazioni anticovid idonee minime previste.   Ogni variazione al programma della escursione va concordato con gli accompagnatori, in particolare l’allontanamento dal gruppo, qualunque sia il motivo, va segnalato; anche eventuali stati di salute anomali, temporanei o permanenti, vanno segnalati al capogruppo dell’escursione, naturalmente nel pieno rispetto della privacy.