home0

Escursione n. 2/2021

Per DOMENICA 13 GIUGNO il Gruppo Su Golostiu propone un percorso naturalistico, storico, archeologico, culturale. Guideranno il gruppo gli allievi del 1° Corso AE Sardegna, un nostro socio curerà tutta la parte storico-culturale.  Per esigenze organizzative è richiesta l’adesione entro venerdì 11.

BORTIGALI: I Nuraghi

Programma della giornata:

  • ore 8,30: raduno a Bitti, in piazza Asproni;
  • ore 09,05: raduno sulla SS 131 bis presso rifornitore Tamoil poco prima del bivio per Macomer;
  • ore 09,45: raduno a Bortigali parcheggio fronte vecchio mulino ad acqua di Burgusada.

In auto: effettuata la sosta presso il molino  di Burgusada non sono previsti altri spostamenti in auto fino alla fine della camminata.

A piedi:  Percorso di andata e ritorno lungo circa 6,500 km a tratti su sentiero acciottolato ed a tratti su strada di penetrazione agraria.  Si parte da una altitudine di 510 m per raggiungere quota 791 presso nuraghe Orolo.  Dislivello di circa 280 m. Grado di difficoltà: T  (turistico) (che cosa significa?).  Per la sicurezza conviene sempre calzare scarponi da trekking.

 Da vedere: Si parlerà al momento dell’avvio di Radio Sardegna; purtroppo non sono consentite le visite al bunker che ha ospitato la radio .  All’inizio della camminata si potranno vedere il mulino ad acqua e la sorgente di Burgusada. Man mano che si sale si potranno visitare il nuraghe di Tintirriolos e quello di Carrarzu Iddia (carragliu de ghiddighia. coperta di brina). La nostra meta finale è il nuraghe  trilobato di Orolo, quasi integro e visitabile anche all’interno.  Se la giornata è limpida si potranno avvistare la zona del Montiferru, tutta la piana con i paesi di Birori, Borore, Silanus, Noragugume, sullo sfondo Orani col suo Monte Gonare. Su Bortigali e tutta la piana domina il Santu Padre, monte di origine vulcanica.  NB: per la visita all’interno dei nuraghi si consiglia di portare nello zaino una pila.

Regolamento di partecipazione e protocollo Covid 19

I corsisti golostiani avranno il compito di guidare il gruppo. Verificheranno che ogni partecipante abbia le dotazioni anticovid idonee minime previste.

Si ritiene che gran parte dei soci abbiano ricevuto il primo vaccino: in caso contrario si consiglia di provvedere ad effettuare un tampone entro le 48 ore antecedenti l’avvio dell’escursione al fine di garantire la sicurezza propria e del gruppo.  Durante l’escursione ci si atterrà scrupolosamente alle indicazioni fornite dagli Accompagnatori nel briefing di inizio trekking.

Chi manifesta sintomi influenzali, tosse ecc. o temp. Sup 37.5 °C, non potrà partecipare all’escursione.

Ogni escursionista dovrà avere una scorta di almeno due mascherine filtranti idonee, marcate CE, un flaconcino di soluzione disinfettante alcolica, sacchetto personale per lo smaltimento del materiale usato.

Durante l’attività fisica si potrà evitare l’uso della mascherina, ma la si dovrà tenere pronta, a portata di mano per indossarla tutte le volte che non si possa mantenere la distanza interpersonale minima di due metri. Nei momenti di ristoro, i protocolli, vietano lo scambio di vivande, bicchieri ecc. Sono vietati gli assembramenti di fine escursione per foto di gruppo ecc.

In caso di maltempo l’escursione verrà sospesa.

Lascia una risposta